Browsing "tecnologia"
Nov 30, 2008 - tecnologia    4 Comments

Una dura giornata

08.11.29 58.jpgE’ quasi Natale, c’è la neve, fa freddo, dopo il corso di aggiornamento di questa mattina, ho provato ad andare in giardino, ma ho giusto tolto un po’ di neve dai rami e sono prontamente rientrato con le mani ai limiti del congelamento: i guanti non impermeabili si sono bagnati e le dita si sono irrigidite.

 

Andiamo a far la spesa? Va beh, tanto non ho niente da fare e magari diamo un’occhiata ai televisori (è dal Natale scorso che volevamo comprarne uno di quelli piatti).

Carichiamo i cani sul FreeLander e partiamo. E’ vero facciamo un po’ fatica a uscire dal cortile innevato, ma non ci faccio caso, è sul rettilineo che mi rendo conto che qualcosa non va,

la frizione è cotta, accelero, ma l’auto non va come dovrebbe, dietro front. (Sarà un caso, la frizione l’ho maltrattata parecchio durante i giri in fuoristrada, ma le ultime volte, il FreeLander l’ha guidato Giovannina).

Lasciamo perdere e andiamo sabato prossimo, dice la mia compagna, neanche per idea, dico io.

E i cani? Chiede lei? Sul Jimny, faccio io.

E così caricati 60 kg di cani sul piccolo sedile posteriore del fuoristrada (ormai erano felici di venire, potevo mica dare un “contrordine compagni!”) siamo partiti sotto la pioggia.

Quando io dico andiamo a vedere qualcosa, sono ormai deciso a comprarla e una volta che ho comprato qualcosa, devo utilizzarla immediatamente, come accade per i bambini che dimenticano ogni cosa per il giocattolo nuovo.

Ma caricare il grosso pacco sul Jimny già colmo di cani era escluso, farsela portare se ne parlava da lunedì in poi e domani c’è Inter-Napoli e fuori c’è sempre la neve.

Chissà che sta facendo Valter, il mio compagno di canoa e di partite?

Era in pigiama davanti alla TV che mangiava patatine, non ha ben capito cosa avevo bisogno, ma, gentilissimo, è comunque venuto e caricatala sulla sua auto, siamo arrivati a casa col televisore nuovo. Montarlo e trovare i canali è stato uno scherzo, abbiamo stretto 10 viti e i canali se li è trovati da solo, così alle 8 potevamo cenare (ho cucinato io un risotto di pesce, che non è venuto neppure male).

Dopo cena inizia la ricerca dell’ingresso della scheda per il decoder incorporato.

Premettiamo che io faccio fatica a leggere le istruzioni, mi piace seguire l’intuito e premettiamo anche che di macchine in generale e di televisioni in particolare capisco un’acca.

Trovo finalmente un pertugio, infilo la scheda, track la scheda sparisce dentro la tv, come la scheda rapita del bancomat.

Bruna dopo un po’ ravanando sul libretto di istruzioni scopre che serve un adattatore non in dotazione.

Questa scoperta non mi rende felice, non ho più la scheda e domani c’è la partita e sono andato a comprare la tv apposta.

Vado a comprare una scheda nuova e l’adattatore domattina?

Rinuncio a veder la partita sulla tv nuova e rimetto in servizio la vecchia?

Domattina chiamo Bobo che sa tutto di tv e mi faccio aiutare?

Oppure smonto questo nuovo grande aggeggio che magari poi non so rimontare?

Ovviamente, coricato lo schermo sul tavolo, ho cominciato a svitare le innumerevoli viti.

Sentivo un gran caldo, ma sarà stato il camino o l’uso di cacciaviti e brugole, comunque sono arrivato all’ultima vite.

Abbiamo scosso un po’ il pannello posteriore ed eccola lì quella bastarda di scheda.

Richiudi dolcemente il tutto, stringi tutte le viti…

Come nuovo! e ricollegatolo alla corrente funzionava pure!

E così siamo passati al collegamento del vecchio decoder.

Fatto tutto, non funziona ancora.

Comincio una durissima lotta col telecomando, lotta impari, perché continuo a non leggere le istruzioni, ma non ne vengo a capo.

E per forza la presa scart era ancora collegata al lettore DVD!

Ora funziona e domani, forse, vedrò la partita, ma Dio mio, tra frizione dell’auto e tv, che giornata dura!